Il cardigan perfetto.

Vi capita mai di affannarvi nella realizzazione di un capo che vi piace davvero tanto e, una volta ultimato, il risultato deluda ogni aspettativa? Bene, non è questo il caso.


Col Nanuk è stato amore a prima vista. Lo so, in genere io amo tutto ciò che proviene da Annalisa Dione ma credetemi, questo è stato un sentimento intenso ed universale. 
Innanzitutto ha sbaragliato tutti i miei preconcetti sulla costruzione top-down, perché se ben studiata - come in questo caso - è capace di modellare a pennello il capo sul proprio corpo.


Come potete notare, sul dietro il punto vita è ben delineato attraverso la corretta distribuzione delle diminuzioni e dei successivi aumenti.


Il davanti invece è caratterizzato dall'elegante motivo in diagonale che si delinea su una base lavorata a coste.
Le misure sono perfette; ho solo dovuto modificare leggermente l'ampiezza delle maniche perché ho i bicipiti possenti causa sollevamento pesi (leggasi Simone).

Lavorarlo mi è piaciuto così tanto che ho voglia di farne subito un altro.
Già. Nel frattempo però l'Orsa ha pubblicato questo pull.
Noncelapossofare, credetemi.

Dimenticavo! La mia amica Bubiknits mi ha fatto una piacevolissima sorpresa e la trovate qui.

Commenti

  1. E' bellissimo..... una sfumatura particolarmente bella del mio colore prediletto.... e tu lo indossi benissimo ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Francesca! Quando ho visto questi gomitoli non ho saputo resistere, il colore é davvero magnetico :)

      Elimina
  2. Bello davvero cara Tzu. Mi piace l'azzurro e la lavorazione sul davanti, ma anche il punto vita segnato così graziosamente
    Un abbraccio e buona giornata
    Susanna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Visto Susanna? La mia amica Orsa è una perfezionista, in questo cardigan non c'è nulla lasciato al caso!

      Elimina
  3. che perfezione.. quelle rare volte che mi sono occupata di fare un maglione o un cardigan si vedeva eccome la lavorazione manuale, invece il tuo, non a caso, è perfetto!! bravissima come sempre

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Lety :) ringrazio la nonna per avermi lasciato in eredità una mano così regolare!

      Elimina
  4. Ciao e piacere di conoscerti. il taglio è bellissimo, il colore ancora di più. Non finisci mai di incantarmi dalla tua bravura.
    Patrizia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Patti, come dicevo nel commento superiore, è tutto merito della genetica ;)

      Elimina
  5. Risposte
    1. ....e non si tratta di troppa carne sulla brace ;)

      Elimina
  6. Colore primaverile ...ed anche il capo è primaverile ....Non so perché ma lo immagino indossato durante una passeggiata al mare!!! Un caro saluto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Speriamo Franca! Quest'anno davvero il tepore primaverile è atteso come un evento unico e miracoloso! Comunque se riesco ad arrivare alla spiaggia faccio le foto in tuo onore ;)

      Elimina
  7. Meraviglioso il colore e il modello, che sembra "pennellato" addosso, ti sta benissimo...
    complimenti per il lavoro e congratulazioni per l'intervista..ho letto tutto e ho visto anche il nuovo progetto dell'Orsa…ma quante cose scopro, io che me ne sto sempre immersa nei miei recuperi!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carmen, i tuoi recuperi sono preziosi ed importanti, quindi va benissimo così. Noi intanto facciamo del nostro meglio :)

      Elimina
  8. Ce lo siamo già detto, ma quanto ti sta bene!!! Sei stata davvero brava nel realizzarlo, nell'adattare il giromanica (la vestibilità è perfetta). Secondo me, quella modifica involontaria nel bordo non è nemmeno una cattiva idea...anzi, parliamone!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In attesa di nuova lana per nuovo Nanuk :D

      Elimina

Posta un commento