La Primavera nel cuore.

L'unica cosa che mi sembra sicura è che il corpo e la mente delle persone ricevono e trasmettono molte più informazioni di quanto le persone stesse non pensino. Questa colorazione misteriosa a volte mi spaventa, perché mi dà la sensazione di essere completamente esposta, a volte mi conforta e mi stringe il cuore.
(da The Sound of Silence, in Il corpo sa tutto di Banana Yoshimoto)


Ci sono situazioni in cui mi piacerebbe riuscire ad esprimere ciò che provo e penso semplicemente toccando un'altra persona, senza necessariamente dover trovare i modi e le parole per comunicare verbalmente o scrivendo, come in questo momento. 

Vi confesso che questa incapacità mi blocca molto, soprattutto quando penso ad un nuovo post.

Ad ogni modo, nonostante le premesse, Gennaio scivola dolcemente con i suoi attimi e le sue piccole gioie imperfette. Simone sembra essere tornato all'asilo con uno spirito diverso, o probabilmente sono io ad aver imparato a metabolizzare certe situazioni. Il tempo - temporale e blackout a parte - è abbastanza clemente e finalmente mi riapproprio del piacere di passeggiare e di curiosare in alcuni negozi del mio paese, alla ricerca di quegli oggetti inutili ma ricchi di uno strano fascino.

Nel frattempo lavoro a due nuovi pattern di prossima uscita e sferruzzo la mia versione pull di Impressioni di Settembre di Annalisa Dione. Anche questo fa parte del momento di rinascita che sto vivendo. Lo immagino indossato su una gonna, accessorio che ormai credevo non avrei mai più tirato fuori dall'armadio. E lo coccolo, rifinendolo con cura, continuando a studiare quelle tecniche che, seppur spesso bistrattate, per me restano sempre le migliori in assoluto.







Commenti

  1. Qui sta arrivando, finalmente, l'inverno, anche se temo che non durerà, e io mi preparo per affrontare le tempeste che so che stanno per arrivare... vedere il tuo Impressioni di Settembre è una gran bella cosa : )

    RispondiElimina
  2. Molto delicato il tuo golfino e bella la lavorazione. Tzu sei pensierosa ed assorta...a volte si comunica con lo sguardo e basta. Chi vuole capisce, chi non capisce...fa nulla, no? E un post senza parole ma con belle foto...dice molto.
    Un abbraccione
    Susanna

    RispondiElimina
  3. Mi piace molto il colore panna ( in particolare se si è magri) e questo gilet ,particolare nel modello, nella lavorazione e nelle rifiniture, è molto bello e indossato sulla gonna lo immagino particolarissimo......e poi tutto viene spontaneo e scivola dolcemente come sta facendo gennaio.... Un caro saluto

    RispondiElimina
  4. Come dare torto a Banana?
    Anche il mio gennaio scivola e lo fa fin troppo velocemente!
    Il tuo pull promette benissimo, ma del resto l'Orsetta non ci delude mai :)

    RispondiElimina
  5. Sembra proprio bello, e ben rifinito. La chiusura tubolare, di cui ho sentito dire peste e corna, a mio parere è sempre molto bella e pulita. Io la utilizzo ancora molto spesso.

    RispondiElimina

Posta un commento