Piccole knitters crescono

 

Ci sono quelle fissate, le filosofe della lana che ti squadrano dall’alto in basso se i tuoi metodi non sono propriamente ortodossi e se il tuo filato non è un pregiatissimo escremento di pecora tibetana nana e madrelingua inglese.

Poi ci sono quelle che lo fanno con gioia e che a furia di passarci le giornate intere sbocciano come meravigliose farfalle.

E davanti a persone così non posso che inchinarmi.

untitled

La Ciami col suo Brattleboro di Melissa LaBarre

 

PS: piccola comunicazione di servizio. Ricevo su Facebook alcune richieste di amicizia da ragazze che sicuramente sono delle knitter ma che io purtroppo non sempre associo ai relativi nicknames. Insieme alla richiesta un piccolo messaggio sarebbe gradito :)

Commenti

  1. oddio mi viene da piangere 0_o
    Ti voglio tanto bene sorellonza!!!

    RispondiElimina
  2. ma vuoi leggermi nella mente???ho scritto proprio stamattina su facebook una piccola nota in calce alle info per invitare tutte le bloggers e co. a presentarsi prima di farmi richiesta perché non mi piace collezionare "amici" ignoti O_o
    detto questo....viva chi, come me, a volte non capisce un'emerita cippa ma ugualmente si fionda su un pattern risolvendolo anche in modo non ortodosso e vantandosene...e chi ha l'amico venditore di ottima lana al mercato che ti fa anche lo sconto quantità e ti regala in gomitoli che non provengono sempre dalle montagne tibetane!
    ......................e............VIVA LA CIAMI!!!!

    RispondiElimina
  3. bellissimo questo cappello.
    bravissima ciami!!
    è vero, è sbocciata proprio una brava knitter.

    RispondiElimina
  4. Adesso piango anche io così facciamo un laghetto per le paperelle! Ciami, comunque sta benissimo... è una "testa da cappello", lei!!!

    RispondiElimina
  5. What's pattern...?
    Oops, forse non dovevo dirlo...
    ebbene sì sono una sferruzzatrice compulsiva da gomitolo acquistato al mercato!
    Bel berretto!

    RispondiElimina
  6. Per favore basta lacrime che non amo particolarmente l'umidità :)

    @Lilly: è risaputo che ormai io e te siamo telepatiche! La precisazione era doverosa, davvero ci sono persone che proprio non associo a blogger, anche perchè non hanno quasi mai la loro foto nel profilo. Io poi non amo intrecciare amicizie per il gusto di far numero, se ci fai caso ne ho solo 59...da scremare ancora!

    @Anna: il pattern è indicato sotto la foto.

    RispondiElimina
  7. ode a Ciami che in un annetto è praticamente riuscita a diventare una spacciatrice di capolavori!! mchiara

    RispondiElimina
  8. posso testimoniare!!!!
    ;) w la ciami!

    RispondiElimina
  9. meravigliosa, ciami ormai è lanciatissima con i cappelli!!! questo mi piace un sacco,e credo che lo salverò tra i preferiti!! io ancora non ho iniziato il mio cappello, causa indecisione tra mille progetti!! se aspetto ancora un po' lo userò il prossimo anno!!!

    baciotti eli

    RispondiElimina
  10. bellissimo davvero e ti sta molto bene!

    RispondiElimina
  11. la foto è bellissima e intensa...e il cappello davvero bello! un bacione

    RispondiElimina
  12. Rigiro tutti i complimenti a Ciami allora :)

    RispondiElimina
  13. oddio sono disorientata dal fatto di non avere una collocazione! a me le pecore nane tibetane madrelingua inglese stanno pure un po' sulle balle (si può dire balle?), la lana la compro più che altro al mercato, quindi non faccio parte della prima categoria, ma nemmeno della seconda, la categoria delle Ciami, delle piccole knitters che crescono, dacchè io mica son cresciuta tanto..sigh.
    bello questo post e la Ciami, beh...se la conosci la ami, no?
    Valeria

    Ps: ho fatto riferimento a questo post sul mio blog, io son di quelle che il permesso lo chiedono dopo... ;)

    RispondiElimina
  14. Carissima, lo sai vero che mi stai tirando fuori dall'era glaciale del blog? Magari postero' anche qualcuna delle mie ricette...
    Comunque la tua borsa sembra una magia - come fai ad essere cosi' elegantemente ordinata? E, confessa, l'hai fatto tu quello splendido maglioncino che indossavi allo s'n's? Bello, bello, bello.
    Ah, su Facebook mi trovi col mio nickname catartico Wilma Kobal (la mia prof. di latino delle medie, buonanima)

    RispondiElimina
  15. Anch'io lavoro di tutto, ed in effetti una matassa Noro giace ancora fatta e disfatta perchè non le trovo destinazione.Vuoi mettere il gusto del rovistare al mercato?

    RispondiElimina

Posta un commento