Piccoli malumori.

Due giorni fa ho letto su Facebook una bella recensione sulle mie calze pubblicata da Filosofia- Lana e Filati. Nel post si fa menzione dei miei vecchi tutorial sulle calze ed io mi sono resa conto di non aver mai spiegato perché questi non siano più disponibili sul blog.
Il motivo iniziale era stato quello di rielaborarli con immagini migliori e con tutto ciò che avevo studiato nel frattempo (nuove tecniche, piccoli trucchi), magari dando vita ad una nuova pubblicazione che seguisse le sorti della più fortunata Frontwards.



Nel frattempo in Italia, tardivamente come sempre rispetto al resto del mondo, è scoppiato il boom delle calze e mio malgrado ho dovuto constatare che tutto il materiale condiviso attraverso i miei tutorial è servito ad altri per impostare le brochure a corredo dei propri workshop. Un mal costume tipicamente nostrano che ha per lungo tempo spento ogni mio entusiasmo a riguardo.
Dopo un triste periodo di blocco creativo, finalmente ho deciso di riprendere alcuni progetti, curando però in maniera differente il mio modo di lavorare: ho preferito la lingua inglese, più congeniale e tecnica per questo tipo di modelli,  ed ho pensato di integrare le istruzioni con relativo foto-tutorial dei passaggi più difficili, in maniera da premiare chi acquista il pattern.



Detto questo, complice un'estate non troppo afosa, in questi giorni sto terminando le Watersnakes, le mie calze ispirate a Gustav Klimt la cui forma può essere adattata a qualsiasi forma di piede per un aspetto più confortevole.
Vi aspetto a Settembre allora!

Commenti