Chi ha paura del tallone?

Ricordate il suggerimento con cui avevo chiuso il precedente post? Ecco il mio personale sock ruler, realizzato con una sagoma di cartoncino che potete facilmente realizzare seguendo semplicemente il contorno del vostro piede con una matita.


A cosa serve esattamente? Quelli professionali contengono una scala graduata attraverso cui è possibile realizzare calze di qualsiasi dimensione; nel nostro caso serve a misurare il punto in cui iniziare la modellazione del tallone, calcolato generalmente a cinque centimetri prima dell'intera lunghezza del piede. In alcune istruzioni troverete anche il suggerimento di lavorare la calza fino all'altezza del malleolo o dove parte la curva che connette il piede alla caviglia: con un po' di esperienza sarete perfettamente in grado di scegliere il metodo a voi più congeniale.


Nel frattempo io sono esattamente arrivata alla mia linea del tallone, posso quindi procedere a realizzarlo. Nella prima parte della lavorazione, continuando a lavorare in tondo, si effettuano dei semplici aumenti nel ferro 2 - ossia nella parte della suola - in questo modo:

Giro 1: ferro 1, lavorate a diritto le successive 30 maglie; ferro 2, 1 aumento semplice, a diritto fino alle ultime due maglie prima della fine del ferro, 1 aumento semplice, 1 dir.
Abbiamo aumentato 2 maglie solo nella parte della suola.
 

Giro 2: lavorate tutte le maglie a diritto senza aumentare.

Ripetete questi due giri fino ad ottenere solo per la suola 52 maglie posizionate sul ferro 2.


Lavorate nuovamente le successive 30 maglie del ferro 1; il tallone viene modellato sulla suola lavorando le successive 52 maglie del ferro 2 in piano così come segue:

1. (DL, diritto del lavoro): 29 maglie a diritto, ppdir (diminuzione semplice a sinistra, l'equivalente dell'inglese ssk), 1 maglia a diritto, girate il lavoro.

2. (RL, rovescio del lavoro): passate la prima maglia a rovescio senza lavorarla, 7 maglie a  rovescio, 2 insieme a rovescio, 1 rovescio, girate il lavoro.

3. (DL): passate la prima maglia a diritto senza lavorarla, 8 maglie a diritto, ppdir, 1 maglia a diritto, girate il lavoro.

4. (RL): passate la prima maglia a rovescio senza lavorarla, 9 maglie a rovescio, 2 insieme a rovescio, 1 rovescio, girate il lavoro.


Continuate in questo modo fino ad ottenere nuovamente le 30 maglie della suola sul ferro 2.

Come potete osservare dall'immagine, trattandosi di una lavorazione in piano, ho preferito lasciare in sospeso le maglie del ferro 1 sul circolare, in modo da lavorare più agevolmente con dei ferri a doppia punta. 


Visto che tutto sommato non è così difficile? La prossima volta vedremo un piccolo trucco per evitare la formazione dei buchi prima di riprendere la lavorazione in tondo verso la caviglia e impareremo una delle tante chiusure elastiche per terminare la nostra calza. 

E buona festa del lavoro!


Commenti

  1. Molto interessante, ci provo sicuramente, non l'avevo mai visto questo tipo di tallone, l'hai inventato tu?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh no, non sono così brava :) è uno dei talloni più frequentemente usati dalle knitters del gruppo americano che frequento, spesso anche riportato nelle sezioni di teoria dei testi a riguardo (ad esempio Socks from toe up di Wendy Johnson).

      Elimina
  2. Grazie per questo tutorial, solo adesso mi è più chiaro come lavorare un calzino! Vorrei farti una domanda, ho lavorato bene la prima parte ma ho dovuto adeguare il numero di maglie al filato e ai ferri che sto utilizzando e mi ritrovo con 36 maglie nella suola che ora sto provando a lavorare per fare il tallone ma, ovviamente, non mi raccapezzo con le indicazioni del tutorial! Sapresti dirmi come distribuire le maglie per il tallone, o qual è il criterio generale - nel caso in cui facessi delle calze più piccine o più grandi, con un numero di maglie per forza di cose differente rispetto alle tue 52 - ? Grazie ancora, spero di poter arrivare alla fine...!

    RispondiElimina
  3. In questo momento sono in vacanza e non ho accesso ai miei appunti, ma appena possibile cercherò di rispondere alla tua domanda :)
    esistono delle tabelle da cui poter estrapolare tutte le informazioni che servono per modellare qualsiasi tipo di "misura", altrimenti il tallone può essere realizzato con i ferri accorciati o in seguito "afterthought": entrambi i metodi sono semplicissimi e non necessitano di alcun calcolo :)

    RispondiElimina

Posta un commento