Nuove tecniche, nuove calze.

Sembrerà incredibile, ma esistono tantissimi modi con cui realizzare le calze. Si può iniziare dall'elastico al polpaccio, si può procedere dalla punta, si può lasciare il tallone per ultimo   e decidere quale tecnica sia preferibile per modellarlo al meglio al nostro piede.


L' afterthought heel - letteralmente il tallone pensato dopo - mi lasciava inizialmente perplessa. Che senso ha lavorare alla fine qualcosa che si può fare, o meglio sono abituata a fare, contestualmente?


La risposta è semplice: questa tecnica permette di poter sostituire completamente una parte che generalmente, insieme alla punta, si usura più facilmente e velocemente.
La calza viene realizzata cuff-down o toe-up e, nella parte in cui si prevede di lavorare il tallone, si lasciano in sospeso le relative maglie, un po' come se dovessimo fare una sorta di tasca.


Scorrendo le varie gallerie di ravelry potete trovare tantissimi modelli e tutorial dedicati a questa tecnica.
Le calze realizzate sono tutte particolari e bellissime, spesso ottenute con i filati avanzati da precedenti lavorazioni.


Io mi sono divertita a giocare con un serioso grigio ed un'allegra variegata, lavorando il tallone con quest'ultima.
Le due calze, apparentemente uguali, sono in realtà l'una cuff-down e l'altra toe-up. Il risultato è lo stesso e permette di scegliere la tecnica preferita.
La vostra ad esempio qual è?


Commenti

  1. La mia tecnica è... che devo ancora cimentarmi con il calzino :(
    Mannaggia, gira e rigira non mi ci sono ancora messa.
    Ma prima della fine dell'inverno DEVO. Devo devo devo.
    Ooooohmmmmmmmmmmmm :)
    Comunque bellissime anche queste!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai, sono sicura che una volta cominciate non vorrai più smettere!

      Elimina
  2. Ciao io ho provato a fare una calza con tallone tassello preso dal libro di Emma fassio ,ora vorrei fare la calza come la tua con tallone boomerang ,ma posso farla con ferro circolari come????? Aiuto!!!aiuto!!!! Grazie la mia mail digeronimoanna@gmail.com

    RispondiElimina

Posta un commento