Canal Walk Socks, un nuovo pattern.

Oggi un amico mi ha chiesto quale sia la mia definizione di felicità.
Per me felicità è, fra le tante cose, aver avuto una pessima giornata e uscire a fare due passi senza meta, con le gambe che inspiegabilmente ti portano verso una merceria mai frequentata, ed uscire poco dopo dalla stessa stringendo fra le mani un gomitolo di filato per calze, con un sorriso quasi infantile ed il passo lieve.

Conservavo gelosamente questo filato - Calzepiú di Tropical Lane - da prima dell'estate, in attesa dell'ispirazione giusta e del momento più opportuno per cominciare a pensare ad un nuovo modello di calze.

Il motivo apparentemente presenta molte analogie col mio modello Rarefacta ma in realtà la realizzazione del lace è totalmente diversa.

Nel disegnarlo mi sono ispirata al Songdo Canal Walk di Kohn Pedersen Fox Associates: ho immaginato il flusso dell'acqua che scorre nel canale rappresentato dal motivo ad onde, con i setti sfalsati del passaggio pedonale interpretati dai segmenti a doppia inclinazione della caviglia.

A dispetto di quel che sembra, non sono particolarmente impegnative da realizzare e, dopo i primi giri, il motivo ad onde viene facilmente memorizzato.

Le istruzioni sono disponibili su Ravelry, in italiano e prossimamente anche in inglese.

Commenti

  1. Sono d'accordo.
    I momenti di felicità sono regali che non ti aspetti...
    Le calze sono favolose!
    Un caro saluto.
    Anna Maria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Anna Maria, è bello riuscire qualche volta a intrecciare quei momenti di felicità insieme al filato :)

      Elimina
  2. Bellissime queste calze!!! Brava Giusy!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Giusy, se per caso volessi farle fammi un fischio ;)

      Elimina
  3. Sono davvero molto belle! Ormai ti stai lanciando in pieno con le calze :-) Terrò presente lo schema per momenti migliori (maglisticamente parlando). Grazie!

    RispondiElimina

Posta un commento