Facciamo le calze (in) piano #3

Eccoci finalmente all'ultima parte dedicata alle nostre calze in piano. All'altezza dell'inizio dell'alluce procediamo come sempre con le diminuzioni per modellare la punta.


  1.  1 dir, ppdir, a dir fino a 3 m prima della fine del ferro, 2 ins a dir, 1 dir.
  2.  tutte le maglie a rov.
Ripetete i ferri 1 e 2 fino ad ottenere 20 maglie.

  1.  1 dir, ppdir, a dir fino a 3 m prima della fine del ferro, 2 ins a dir, 1 dir.
  2.  1 rov, 2 ins a rov, a rov fino a 3 m prima della fine del ferro, 2 ins a rov, 1 rov.
Alternate questi ultimi due ferri fino ad ottenere 10 maglie.
Lasciate in sospeso le maglie su una spilla o un ferro ausiliario.


Adesso riprendiamo le 30 maglie della parte frontale della calza, lasciate precedentemente in sospeso, e lavoriamole a maglia rasata diritta.


Ad ogni fine ferro - sia diritto che rovescio - riprendiamo una maglia dal bordo laterale della suola e lavoriamola insieme all'inizio del ferro successivo: 2 m ins a diritto se siamo sul diritto del lavoro, 2 m ins a rov se invece siamo sul rovescio del lavoro.


Una volta arrivate alla punta, procedete con le diminuzioni viste in precedenza. Cucite a punto maglia, oppure col metodo dei tre ferri, le 10 m così ottenute con quelle lasciate in sospeso.

Cucite anche il retro della calza in corrispondenza delle caviglie e fissate tutti i fili.


Alla fine abbiamo ottenuto una calza molto simile a quella realizzata con i ferri circolari, ad eccezione del motivo laterale dovuto alla ripresa delle maglie che, vi dirò, a me piace molto!
Ovviamente potete anche decidere di lavorare separatamente le due parti, fronte e suola, e poi cucirle insieme con l'ago, l'effetto sarà sempre molto piacevole.

Come sempre grazie a tutte voi per l'entusiasmo con cui avete accolto questi tutorial e, in caso di refusi o errori, segnalate pure, provvederò a correggere.

Happy socks!!!!


Commenti

  1. Grande tutorial, Giusi. Questo devo proprio farlo vedere a mia madre, che vorrebbe fare i calzini, ma è nemica della lavorazione in tondo!

    RispondiElimina
  2. Dai, mi farebbe molto piacere se le realizzasse! Per altro sono curiosa di vedere gli esiti di questo tutorial, ho realizzato le mie cercando di ricordare come procedeva nonna e spero di aver tenuto fede alla memoria ;)

    RispondiElimina
  3. Non hai idea di quanto ti sia grata per questo tutorial;io non amo particolarmente lavorare con i ferri circolari. Appena riesco mi faccio un paio di calzini e poi ti faccio sapere come è andata! Grazie, ti leggo sempre. Paola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di cuore Paola, fammi sapere come procede, ci tengo molto a sapere l'esito di questo esperimento in piano :)

      Elimina
  4. Grazie per il tutorial ma ho trovato la prima difficoltà. Cosa intendi per ppdir?

    RispondiElimina
  5. È la cosiddetta "diminuzione semplice a sinistra", puoi trovare un'ottima spiegazione nei video tutorial di Emma Fassio. In caso anche una semplice maglia accavallata andrà bene.

    RispondiElimina
  6. È la cosiddetta "diminuzione semplice a sinistra", puoi trovare un'ottima spiegazione nei video tutorial di Emma Fassio. In caso anche una semplice maglia accavallata andrà bene.

    RispondiElimina
  7. Eccomi qui per un feedback! ho realizzato delle calze per me utilizzando la tua spiegazione, e sono venute bene. Io ho solo fatto un cambiamento, ovvero ho preferito cucire non solo la parte alta del calzino (quella che sta dietro sulla gamba, per intenderci) ma anche i lati destro e sinistro che chiudono la suola sulla parte della "tomaia", spero di essermi spiegata. Li ho cuciti a punto materasso, praticamente non si vede.
    Ora sono in pieno trip da calza, per cui vado subito a vedere quelle toe-up che hai suggerito nell'ultimo post, provo anche quel metodo..lavorare con i circolari mi piace meno però in effetti ci si trova il prodotto finito!!!! Un caro saluto e grazie!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono felice che ti sia divertita a realizzarle! Nonna preferiva riprendere le maglie man mano che procedeva, così come ho fatto io, mentre mamma preferisce cucire ed effettivamente il punto materasso è proprio invisibile! Io che sono pigra preferisco aggirare il problema :D

      Elimina

Posta un commento