Tutto in ordine.


C'è un momento del lavoro a maglia che adoro, quello che segue immediatamente la realizzazione di un modello e che ne conclude di fatto la sua esecuzione: il mettere in ordine tutti gli strumenti utilizzati.
In questo periodo ho avviato troppi lavori contemporaneamente e, alla fine, ho dovuto porre freno agli eccessi di entusiasmo imponendo a me stessa di concludere e archiviare.
Le prime sistemate nel loro cassetto sono le mie Mudèjar, in una versione decisamente più primaverile grazie all'impiego di uno dei tanti filati tinti a mano la scorsa estate.
Ora che i ferri per calze sono nelle loro custodie, i markers negli scatolini di latta e gli avanzi di lana nell'apposita sacca di stoffa, posso procedere col resto dei lavori sospesi.

Buon weekend!

Commenti

  1. Il titolo del post mi ha intrigato subito, perchè risponde ad un mio bisogno interiore, spesso disatteso e tanto anelato!
    Ciao Tzu, buona giornata :)
    Susanna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà anch'io in questo periodo ho il bisogno interiore di fissare punti fermi e di metter radici. Il disordine mi destabilizza, riesco a rilassarmi solo se so di aver recuperato un minimo di controllo dei miei spazi. Che vorrà dire? Che sto diventando grande? :)
      Un abbraccio grandissimo :)***

      Elimina
  2. Appena esco dalla spirale del casino me ne faccio un paio! Queste in viola sono spaziali :-)
    L'ordine, qui, è un'utopia, ma ci si prova...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non vedo l'ora di vederle, saranno bellissime fatte da te!!!

      Elimina
  3. Queste calze sono bellissime! Io finalmente l'ordine l'ho trovato, ma che fatica mantenerlo ogni giorno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per me è difficile...l'ordine mentale e quello spaziale purtroppo non vanno di pari passo, unitamente a tutta una serie di problemi logistici che non posso in alcun modo controllare. Un bel casino!

      Elimina
  4. ...sembrava di vederti e vedermi nella descrizione che hai fatto nel riporre tutto a lavoro finito, sospirano e rimirando il capolavoro fatto (sono proprio capolavori) .....e la mente già spazia e pensa e vede.....Buon week end

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Del resto se non si facesse così sarebbe un bel problema ogni volta recuperare tutti gli strumenti!!!

      Elimina
  5. Com'è che ti ho persa per così tanto tempo? Oggi sono ricapitata per caso su un tuo commento da me, ho cliccato su "Tzugumi" e, quasi per magia, mi si è aperto tutto questo meraviglioso mondo di sferruzzamenti! Sei proprio bravissima! Io non ne sarei mai capace! Un abbraccio, dopo tanti anni ci vuole proprio! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Confesso di non riuscire ad essere molto presente, vuoi per il mio status di mamma incasinata, vuoi per la connessione che continua ad essere un grosso problema...ad ogni modo tengo botta e sono qui :)

      Elimina
  6. Svelami il tuo mistero. Io non riesco a mettere in ordine tra le cose creative, che si tratti di cartoncini o di lane e ferri. Ci sono sempre troppi lavori avviati, ferri che spuntano dal divano e gomitoli che i gatti prendono di mira!!
    Questo modello è delizioso e devo solo ritagliarmi il tempo per avviare questo progetto!! Saranno le mie prime calze :)

    RispondiElimina

Posta un commento