Storia di una connessione lumaca.

Quando in radio o in televisione passa la pubblicità della connessione veloce che unisce tutto il mondo da una parte sorrido, dall'altra mi arrabbio, perché alle soglie del 2015 io quella connessione veloce ancora non ce l'ho.
Questo per spiegare il perché, a festeggiamenti dell'Immacolata già conclusi, non vi ho aggiornato sulle ultime novità online già dal primo Dicembre.


Ad ogni modo questa è la prima. Si chiama Quartiere 206 ed è il mio nuovo pattern per Crowdknitting realizzato con il filato Melody di Mafil.

Il nome si riferisce al Friedrichstadt-Passagen di Berlino, un complesso di tre isolati di negozi collegati da gallerie sotterranee denominati quartieri e realizzati da architetti di fama internazionale.
In particolare il Quartiere 206, realizzato da Ming Pei, Cobb, Freed & Partners, si ispira all'architettura degli anni ’20 e all’Art Déco, con i mosaici marmorei colorati contenuti all'interno dell'atrio pubblico.
Questo modello nasce dalla suggestione dei moduli geometrici che costituiscono le pavimentazioni e da una personale combinazione cromatica del filato.




Nato per essere il classico plaid da divano, in realtà può essere realizzato in varie forme e misure. Il modulo quadrangolare è costituito dall'assemblaggio di triangoli speculari – modulo A e modulo B - realizzati singolarmente e cuciti insieme.
Le istruzioni per realizzarlo sono free per tutto il mese di Dicembre e disponibili nell'area pattern del sito.

La seconda novità riguarda invece la collaborazione con altre designers, fra cui le mie colleghe del Collettivo, per Cuore di Maglia.
La raccolta si chiama Sette e Mezzo. Schemi d'Autore e per il momento è in distribuzione presso le ambasciatrici o i knit cafè del Cuore sparsi un po' in tutta Italia, mentre dal 20 Dicembre sarà anche disponibile online.


Ho disegnato questo completo invernale fatto di un gioioso cappello e di un paio di calde moffole, in un periodo in cui la pioggia regnava sovrana ed io sognavo fortemente il sole. Song for sunshine è il nome scelto per il modello; nonostante il clima uggioso mi ricorderà comunque giornate di lavoro intense fatte di mail, chiacchiere e sorrisi, in un caldo abbraccio virtuale come sempre da Nord a Sud.


E adesso torno al lavoro. Perché Gennaio è alle porte e ci sono in vista ancora belle novità!





Commenti

  1. Molto bello il tuo plaid da divano, con quelle colorate geometrie. Ma il completo che sfoggia il tuo indossatore speciale...è bellissimo!!!!!!
    Un abbraccio cara Tzu
    Susanna

    RispondiElimina
  2. Il berrettino merita un applauso! E' davvero molto bello, senza nulla togliere al resto...

    RispondiElimina
  3. Dei lavori bellissimi ...uno più bello dell'altro !!! E che significato importate che ha il tuo colorato plaid .......le muffole per il tuo bambino sono deliziose ....sono proprio amore di mamma !!!! Un caro saluto...

    RispondiElimina
  4. Non mi sono mai cimentata nelle coperte, ma mi piacerebbe fare questa tua log cabin rivisitata. Sarebbe perfetta nella tana dell'orso!

    RispondiElimina
  5. Mi associo a quanto scritto da knitting bear, una coperta perfetta, ci devo provare!

    RispondiElimina

Posta un commento