Verso l’estate…

Fra poco più di due settimane sarà ufficialmente estate, eppure qui le temperature sono ancora piuttosto basse per la media. Per fortuna pare, e sottolineo pare, abbia smesso di piovere, così io e Simone abbiamo ripreso le nostre mattinate oziose a spasso per il tratturo, alla ricerca di ghiande, sassolini e fiori.

CAM01713

Tempo fa ho realizzato un secondo cappello di cotone, utilissimo per le consuete correnti d’aria, con un cotone riciclato da un vecchio maglione anni ‘80, periodo in cui il blu elettrico era di gran moda.

Il modello è il famosissimo Windschief di Stephen West, veloce da realizzare e molto versatile nel suo disegno.

CAM01718

Al solito Simone lo indossa volentieri ed io penso di replicarlo ancora in una versione estiva col cotone e in successive invernali con dei bei filati caldi, magari abbinando un collo invece delle consuete sciarpe.

Commenti

  1. Ma Simone è fantastico…ch'io sappia, è l'unico bimbo che ama mettersi il berretto, I miei se lo toglievano dopo pochi secondi…non c'era verso di farglielo tenere!
    Ho della lana blu elettrico nelle mie scorte, adesso so a quando risale, agli anni '80 e... ancora non l'ho usata!!
    Magari tra un po' torna di moda, non si sa mai!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' una conquista recente Carmen, l'anno scorso mica si faceva infilare qualcosa in testa!
      In giro ho visto molti colori accesi, tipici di quel periodo, a dispetto del colore di moda di quest'anno che mi dicono essere il rosa orchidea :D

      Elimina
  2. E' veramente bellissimo il disegno di questo cappellino Tzù!
    Speriamo davvero che le belle giornate arrivino, finalmente, senza passare dai nubifragi al solleone torrido d'agosto.
    Baciotto Susanna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' un cappello un po' insolito, ma io lo preferisco ai precedenti pieni di trecce che ovviamente LUI non ha mai voluto indossare volentieri. Forse ne farò uno anche per me :)
      Un abbraccio!

      Elimina
  3. Speriamo davvero che il tempo si stabilizzi, nell'attesa sferruzzo e maneggio gatti. Ho riciclato un maglione solo una volta, lo trovo molto impegnativo, perciò il tuo lavoro ha un doppio valore: bello e utile, ma anche ecosostenibile!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ho sempre riciclato la lana, qui da noi prima c'era un bel mercato dell'usato, con maglioni provenienti dalla Germania moooolto oversize e realizzati con filati splendidi e ottimi.
      Ormai vado in automatico ma riconosco che non è l'operazione più simpatica del mondo.
      Per inciso, oggi pioggia torrenziale.

      Elimina
  4. Fra poco più di due settimane sarà ufficialmente estate... (qua intanto accendiamo ancora il camino, sigh). ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nata, se ti può consolare ieri abbiamo definitivamente tolto lenzuola felpate e piumone, perchè faceva un caldo assurdo. E oggi piove e fa freddo. Bah.

      Elimina
  5. Delizioso il cappellino ....ma ancora di più il bambino accovacciato che gioca con i fiori....
    Un caro saluto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehhh Franca, purtroppo non sono ancora riuscita ad educarlo a non reciderli, ma ci sto lavorando :)

      Elimina

Posta un commento