Ogni capo realizzato a mano racchiude in sé una storia ed ha sempre un valore particolare per chi lo ha materialmente lavorato, intrecciando  - oltre a dita e filato – pensieri, emozioni, scampoli quotidiani di vita vissuta.

04

Questo scialle è fatto a sei mani.

Ci sono quelle di Janka Colombo, brillante artista dei filati tinti a mano, che ha di fatto conferito questo colore meraviglioso alla mia lana shetland, armeggiando con il suo calderone e le vinacce del Barbera in una fine estate fatta di chiacchiere su twitter e di esperimenti – i miei – con cipolle e ciliegie.

01

Ci sono quelle di Annalisa Dione, valente designer italiana, che ha ideato ed elaborato questo bellissimo modello - graditissimo dono – e della quale potete ammirare una considerevole gallery qui.

02

E poi ci sono le mie, quelle di una mamma imperfetta che sferruzza finalmente durante la serata, mentre Simone è intento a vedere Ponyo sulla scogliera e tutto attorno è tranquillo.

Diamante non è uno scialle semplice, o meglio, è uno scialle che merita la dovuta attenzione, soprattutto nella parte iniziale in lace. Dopo scivola via velocemente e permette di modificarne le dimensioni a proprio piacimento, seguendo le peculiarità del filato adottato, come nel mio caso.

05

Il modello è molto versatile, può essere indossato indifferentemente per occasioni eleganti così come su un abbigliamento più sportivo.

Io lo adoro.

E mi è venuta voglia di farne un altro, magari giocando con altri colori.


19 Comments

  1. E' stupendo, molto raffinato anche nel colore…e sì, fanne un'altra versione, è troppo bello!!
    Buona serata
    Carmen

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero??? Appena trovo una lana che mi piace lo replicherò sicuramente :)

      Elimina
  2. E' davvero molto bello. Le sei mani hanno lavorato bene insieme, rendendolo un capo versatile e prezioso!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarebbe bello poter ripetere più spesso esperimenti del genere :)

      Elimina
  3. Io adoro tutto di questo post, la mia bella amica, lo scialle meraviglioso, il filato tinto col vino (che voglia di un bicchiere di rosso) e il meraviglioso paesaggio che ti circonda!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Paesaggio che tu conosci bene Elisabetta :))))

      Elimina
  4. E' davvero molto bello, sia il modello che questo colore che hai scelto, che mia nonna avrebbe definito tra il vinaccia ed il cipolla. Adoro le citazioni semplici di un tempo, nonna chiamava i colori con i nomi dei fiori e delle cose, per mesono bei ricordi.
    Lo scialle mi intriga, se non dovessi lavorare altre cose perchè la cassa integrazione inizia a pesare inesorabilmente, lo proverei, perchè è davvero un bel modelllo. Un bacio a Simone

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa estate mi cimenterò con gli esperimenti di tintura naturale, provando tutte le risorse che la nostra campagna di offre. Chissà, potrei proporre un giallo calendula :)
      Per il resto ti abbraccio forte, purtroppo quello del lavoro è un mal comune...

      Elimina
  5. E' davvero una bella storia quella di questo scialle .....Complimenti è bellissimo il colore , la lavorazione, il modello............e le macere (così chiamiamo noi i mucchi di sassi che delimitano) che fanno da sfondo alle foto ......e ovviamente la modella !!!!!!! Buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qui da noi si chiamano "pareti" o "paretoni", in base alle dimensioni :)
      Grazie per tutti i complimenti!!!

      Elimina
  6. sei una brillante artista anche tu! brava brava brava!!!!!

    RispondiElimina
  7. Innanzitutto grazie, per la botta di valente designer e per la splendida versione del mio modello, la più bella in circolazione! Poi devo dirti che in queste foto bellissime (fai i complimenti alla tua mamma!) ti vedo in ottima forma, più bella del solito. Infine, mi stai facendo voglia di farmene un altro, più grande e magari con le matasse di Janka ;-) ebbene sì, prima o poi ti copio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non posso far altro che gongolare, visto che ultimamente la mia autostima fisica è ai minimi storici ;)
      Appena posso voglio sbirciare nuovamente fra i filati di Janka, stavolta si replica col blu!

      Elimina
  8. Molto bello, brava e brava all'Orsa sferruzzante che ha creato il pattern.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Adesso attendiamo il tuo Laura!!!!

      Elimina
  9. Davvero un bel post, sa di cose semplici, di passione per quello che fai. Il modello è bellissimo, anch'io l'ho ricevuto in dono ( prezioso) , e lo voglio fare presto! Brava te, la valente designer, e la tua mamma fotografa!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sonia, prima o poi riuscirò a dirti di persona quanto sei dolce e ad abbracciarti forte!!!!

      Elimina
    2. Per il mio ci vorrà del tempo e chissà quanto! Io e la matematica facciamo a botte, purtroppo :( mi sono persa dopo cinque cm ed ho dovuto disfare, il tuo, invece, è più grande dell'originale e la soddisfazione di vederlo finito deve essere stata impagabile. Hai tutta la mia stima ed il mio rispetto per essere riuscita in questa titanica impresa, brava, davvero complimenti sinceri :D

      Elimina

Tutto il giorno corro dietro alla mia piccola tempesta Simone ma, anche se tardi, cerco di rispondere :)