Quando ho visto le prime immagini di questo scialle è stato amore a prima vista. Innanzitutto per la sua forma che non riprende affatto il triangolo tradizionale, ma piuttosto uno scaleno che è molto più dinamico e moderno.

Poi per la sobrietà della lavorazione, un alternarsi di maglia legaccio e forellini che ne consentono l’uso in ogni contesto.

Infine per il filato con cui è stato realizzato, l’Araucania Botany Lace, dalle sfumature bellissime e dalla consistenza che lo rende estremamente facile da lavorare.

20130928_154358

Il mio Sentieri è stato creato apposta per una recente cerimonia alla quale sono stata invitata. Ho scelto il filato con le sfumature di viola e grigio perché mi sembrava fosse il più adatto al vestitino che avrei indossato.

20130928_154325

La leggerezza del filato e la particolarità della lavorazione lo rendono l’accessorio ideale in una giornata calda ma non afosa, in cui i frequenti passaggi in ambienti con aria condizionata mettono alla prova le cervicali più tenaci!

Adesso non vedo l’ora di indossarlo su abiti a me più congeniali, magliette e jeans. Sono sicura che anche in questo caso riuscirà ad essere il dettaglio che fa la differenza.


16 Comments

  1. Bellissimi colori! Un capo davvero fine :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Simona, in effetti è un capo versatile e molto elegante :-)

      Elimina
  2. E chissà se anche la mia matassa di botany lace, sola e disperata da quasi un anno, non diventi un Sentieri... sembra davvero un modello leggero e versatile!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me si, è il genere di modello che a te piace! E se non ricordo male la tua botany lace ha dei colori strepitosi!

      Elimina
  3. Sono sicura che la tua meravigliosa creazione starà bene su jeans, maglietta e pure pigiama :)
    Bella tu avvolta in un prezioso sentieri!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti non vedo l'ora di indossarla su una bella magliettina o su una camicia...anzi, a dirla tutta nin vedo l'ora di farne un altro!

      Elimina
  4. Sì, bello lo scialle, il suo nome, le sfumature del filato (è un concentrato dei miei colori preferiti del momento...), il tessuto del tuo abito e anche tu tra le palme...se non fosse per l'erbetta ed il colore chiaro della terra, potresti sembrare qui ;)
    Buona settimana ed un forte abbraccio!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti ero ancora più a sud della mia posizione abituale, in un castello fortificato del Salento, quindi ero un pezzettino più vicina a te :-)

      Elimina
  5. E' un amore Tzù e poi..le mie sfumature preferite.
    Baciotto Susanna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero? Ho acquistato la matassa online e quando ho potuto toccarla con mano le sue sfumature erano ancora più belle che in foto!

      Elimina
  6. E' bellissimo!!! io ne ho fatto di simili ma si chiamavano baktus......
    buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, il baktus è un modello molto famoso, adatto a qualsiasi occasione e alla portata di chi comincia a prendere confidenza con i ferri. Di che colore lo hai fatto?

      Elimina
  7. è davvero particolare...un dettaglio unico e grazioso....ma quanto sei brava???

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Lo, io ci ho messo solo la manualità, stavolta il merito é soprattutto di modello e designer :-)

      Elimina
  8. Decisamente darà il suo meglio in abbinamenti più rilassanti e da tempo libero, soprattutto te lo godrai di più!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti, sicuramente ci saranno occasioni migliori ;-)

      Elimina

Tutto il giorno corro dietro alla mia piccola tempesta Simone ma, anche se tardi, cerco di rispondere :)