Le acrobate

Lo so, logica vorrebbe che io parlassi degli eventi prima che questi accadano e non a fatti conclusi. Ma questa è stata una settimana altalenante, fra tempo pessimo che ci ha costretti in casa e malanni di stagione. Io e il piccolo abbiamo condiviso febbre e tosse e tanta, tanta stanchezza. I bambini non dovrebbero mai ammalarsi...e neanche le mamme.

Comunque, nonostante la nebbia ed il vento forte, il peggio sembra essere passato. Giovedì scorso ho tenuto la mia prima lezione di maglia. Una lezione un po' strampalata a dir la verità, perché le mie allieve sono eterogenee in quanto a conoscenza della materia. Ma non per questo meno divertente e gratificante. 
Da una parte Alessandra, una ragazza dolcissima che aveva imparato da bambina a lavorare grazie agli insegnamenti della nonna e che aveva in realtà solo bisogno di rispolverare le sue conoscenze. Armata di grossi ferri e di lana biologica il suo quadrato a legaccio è stato semplicemente perfetto.
Dall'altra le signore più esperte che hanno deciso di convertirsi ai ferri circolari al grido di "mai più cuciture". Certo non è facile smettere da un giorno all'altro di cambiare posizione delle dita e del filo, ma loro se la sono cavata egregiamente e non vedo l'ora di saggiare i loro progressi la prossima settimana.



Nel frattempo, grazie ad Unite Contro il Cancro, sono stati pubblicati i miei ultimi due pattern. Il primo, il Juno, è online dall'8 marzo e contribuisce nel suo piccolo alla raccolta di fondi da devolvere alla Lilt.


Il secondo invece è il mio collo Azuma, sferruzzato ieri pomeriggio nell'ambito della manifestazione Knitting Match Solidale di cui si è parlato ampliamente qui.
Il pattern è disponibile in versione gratuita a questo indirizzo.

Sperando di essere più immediata la prossima volta, torno a fare le mie acrobazie!

Commenti

  1. Che bello, lezioni di maglia!
    Saranno momenti di soddisfazione pura, te lo garantisco!

    RispondiElimina
  2. Le acrobazie non sono mica roba da tutti! :))
    Complimentissimi!

    RispondiElimina
  3. Che meravigliaaaaaa.... lezioni di maglia, ma peeeeechééééé (come dice Pietro) pecché non viviamo vicine.... verrei anch'io.... anche a quelli di uncinetto ;)

    RispondiElimina
  4. Come sempre bravissima e oltretutto maestra! Anche io ho incominciate l'avventura ma non ne ho ancora scritto...

    RispondiElimina
  5. Roba da circo, altroché! Buon lavoro e buon divertimento con le tue nuove allieve : )

    RispondiElimina

Posta un commento