Come una goccia che erode la pietra.

"Grazie a tutte voi.
A chi ha disegnato gli schemi e ce li ha regalati, a chi ha testato i pattern, a chi ha tradotto gli schemi.
A chi è venuto a trovarci nelle fiere e nei mercatini, a chi ha comprato il libro o uno schema su Lulù. A chi ha fatto una donazione spontanea, a chi ci ha fatto pubblicità, a chi ha condiviso le nostre iniziative, a chi ha commentato qui o sulla pagina facebook.

A chi ha mandato una mail solo per dirci che ci pensava. A chi ci ha permesso di andare avanti.
Vorrei poter scrivere nome per nome, ma rischio di dimenticare qualcuno e quindi grazie davvero a tutte quelle persone che, in un modo o nell'altro, si sono prodigate per questo secondo traguardo.

Forse può non sembrare un risultato pazzesco, ma nessuno di noi, penso, da solo se lo sarebbe potuto permettere ed è per questo che ci chiamiamo così: Unite contro il cacnro.
Perché si possa fare insieme quello che da soli sembrerebbe impossibile."
(Unite Contro il Cancro, seconda donazione alla Lilt)

 Ai ringraziamenti fatti voglio aggiungerne anche altri.

Grazie a chi ha inizialmente dato la propria disponibilità per poi sparire nel buio.
Grazie a chi ha promesso gomitoli, promozioni, pubblicità e invece nulla.
Grazie a chi ha vanificato parte del nostro lavoro mettendo in rete gli schemi, anzi, tutto il libro.
Grazie a chi ha pensato di metterci i bastoni fra le ruote.
Grazie a chi non ha sprecato neanche cinque minuti del suo tempo per un commento, un retweet o un mi piace, pur avendone tutte le possibilità.

Grazie a tutte queste persone, perchè col vostro atteggiamento ci avete rese più testarde e più desiderose di raggiungere nuovi traguardi.

Commenti

  1. Ero ferma alla prima parte del tuo post, essendo poi molto coinvolta direttamente nel vostro nobile scopo.
    Leggere la seconda parte mi ha reso triste cara Tzù...per fortuna c'è il dulcis in fundo!:)
    Sei proprio forte, grande!
    Ciao Susanna

    RispondiElimina
  2. Sono convinta che siano stati proprio i grazie della seconda parte a non farvi mai mollare...per dimostrare a quelli che vi hanno messo i bastoni tra le ruote, a chi è sparito nel buio o ha messo in rete gli schemi che la vostra volontà di andare avanti è superiore a qualsiasi cosa. Tanti complimenti per tutto quello che fate, se la ricerca va avanti è anche grazie a queste iniziative e al vostro impegno. Un abbraccio Leti

    RispondiElimina
  3. Eh lo so, purtroppo queste iniziative hanno sempre il rovescio della medaglia, c'é chi cerca di speculare sul lavoro di tantissime persone che a vario titolo collaborano tutte insieme, vanificandone spesso il lavoro. Ma queste cose hanno un effetto galvanizzante, ci spingono ad andare sempre più avanti, nonostante il lavoro, la famiglia, il poco tempo a disposizione. Un grazie di cuore a tutt'e due :)

    RispondiElimina
  4. Però, che faccia tosta quelli che hanno messo il libro intero in rete, io ancora mi stupisco che esistano persone così, che brutta gente....

    RispondiElimina
  5. @Lety: no, macché, siamo solo maledettamente testarde (e coerenti)
    @Laura: mah, che vuoi che ti dica, é difficile comprendere certi comportamenti...

    RispondiElimina
  6. Cara Tzugumi, ti confesso che mi sono sentita un po' in colpa...Avevo manifestato l'intenzione di promuovere il libro qui a Torino, ho contattato anche una libreria e sentito alcune persone...ma la mia inettitudine a "trascinare" mi ha fatto tirare indietro...mi dispiace

    RispondiElimina
  7. che bello, un altro bonifico, e freghiamocene di tutto il resto!!

    RispondiElimina
  8. @Anna: ti ho risposto in privato...e non lo dire più eh :)
    @gomitoloni: già, meglio, che poi si rischia di non gioire di questi piccoli traguardi :)

    RispondiElimina

Posta un commento