Storia di uno sficardigan

Io sono un tipo molto fatalista. Per intenderci, sono convinta che ognuno sia artefice del proprio destino, ma allo stesso tempo non sono insensibile a quei piccoli segnali che qualcuno da lassù ci invia per consigliarci di lasciar perdere qualcosa.

Il mio Fairwind non è nato sotto una buona stella. In principio fu la nausea, quella normale intolleranza a cibi o odori tipica della gravidanza e che io, ovviamente da brava LqA, ho sviluppato a modo mio rivolgendola verso il lavoro a maglia prima ed il color pistacchio dopo. Risultato, cardigan a riposo nell’armadio per poco meno di un anno. Poi vennero i gomitoli dal filo assottigliato e dai nodi presenti in quantità industriali. E infine le innumerevoli modifiche per modellare il cardigan sul mio fisico, decisamente non asciutto come quello dell’autrice.

DSCN4850

Dopo tanta fatica devo proprio ammettere che il risultato non mi soddisfa per niente. Indubbiamente il non aver usato un filato simile a quello del modello originario ha compromesso notevolmente l’aspetto d’insieme, ma se devo essere sincera anche la mancanza quasi totale di finiture ha avuto la sua importanza.

Maniche e bordi sono concluse con un semplicissimo cast off knitwise, e francamente tutto quel bordo in lace a mio avviso merita molto di più. La chiusura superiore del giacchino è realizzata riprendendo le maglie lungo il bordo, creando una sorta di scaletta inferiore decisamente brutta. E sempre la chiusura è causa di una strana asimmetria, così troppo poco pronunciata da sembrare un errore.

DSCN4852

Da parte mia ho aumentato la lunghezza della parte superiore a maglia rasata rovescia portandola sotto il seno - che nel frattempo ha pensato bene di sgonfiarsi rendendo sproporzionato il tutto – ed ho eliminato il collo in lace, giudicandolo inutile per la mia versione prettamente primaverile. Per le rifiniture dei bordi ho invece adottato l’i-cord bind off, usandolo anche per il collo e per le maniche.

E per rendere meno serioso il tutto ho sistemato una fila di bottoncini gialli,  trovati nella merceria  di famiglia e riciclati da chissà quale vecchio lavoro.

DSCN4851

Per fortuna il caldo comincia a farsi sentire ed è già tempo di riporre nuovamente il mio cardigan in un cassetto, sperando che questa pausa mi aiuti a resistere all’impulso di scucirlo!

PS: avete dato un’occhiata al link qui a destra? Ebbene si, è nata, è nata!!!!

Commenti

  1. ed invece a me piace tantissimo!!
    un bel verde acido, ti stà bene con i jeans e quando porterai simone al parco...
    complimenti per il lavoro.
    :)

    RispondiElimina
  2. accipicchia hai fatto un resoconto talmente dettagliato che ho paura a contraddirti! a me sembra molto bello, ma ti capisco! quando una cosa non convince... non convince!
    Io sono fatta così.. se c'è un qualcosa che non mi soddisfa... io disfo! perchè poi so che non lo userò mai :)
    però aspetta il prossimo inverno, magari lo vedrai bello, come in realtà è!!

    bacionissimi eli

    RispondiElimina
  3. A me piace molto, come ti calza, il colore, i particolari. Per ora riponilo nel cassetto vedrai che l'aria fresca dell'autunno ti farà vedere il tutto con occhi nuovi! :)
    Baci baci

    RispondiElimina
  4. Con un lavorone così è un vero peccato che non sia risultato come piace a te! Comunque lo sficardigan mi piace lo stesso!

    RispondiElimina
  5. ma non sarai un po' troppo critica??? A me il risultato non sembra affatto come lo dipingi tu. Mi unisco al coro di chi dice che riguardandolo fra qualche tempo lo vedrai con molta più soddisfazione perchè è proprio molto carino (mi piace come ti sta il verde).
    A presto,
    Lety

    RispondiElimina
  6. Non ho capito bene il discorso sulla scaletta che si forma...per il resto a me non sembra così orribile, continua a piacermi tanto questo modello...il vero problema del tuo secondo me potrebbe essere la lunghezza della parte a maglia rasata troppo sotto il seno rispetto all'inizio del lace...ma io non so se riuscirei a scucirlo tutto...però dopo tanto lavoro metterlo senza soddisfazione?oppure non metterlo più?intanto posalo per quest'estate e poi ci ripensi, magari scucendolo fino a sotto il seno e facendo partire il lace più in alto... :-(

    RispondiElimina
  7. dai! A me non sembra così tragico come lo descrivi!! e la parte lace è proprio un'incanto.

    RispondiElimina
  8. ok... non è perfetto ma non mi sembra una catastrofe! forse è proprio colpa della parte a maglia rasata troppo prolungata sul busto. Io non lo scucirei ma l'estate ti porterà consiglio :)

    RispondiElimina
  9. urca il color pistacchio ti sta proprio sullo stomaco...inutile dirti che invece lo trovo bello...sarà che proprio l'assenza di finiture mi piace molto...ma lo so inutile dirtelo ;)

    RispondiElimina
  10. allora diciamo che tutto il merito va al/alla fotografo/a perchè dalle foto tutti questi difetti non si vedono è bello e ti sta bene. Comunque capisco che se non ti piace o non ti ci vedi non servono a niente i complimenti. Ascolta i consigli ricevuti mettilo via prima di disfarlo, forse in autunno ti piacerà non si sa mai .
    Tiziana

    RispondiElimina
  11. Cara Tzu precisina, ma ma ma ... a me piace tantissimo il colore, lo schema, l'asimmetria... io lo trovo bellissimo. Ma se l'esperta dice che "unvà"...
    Baciotto Susanna

    RispondiElimina
  12. ciao! grazie per il pensiero che mi hai lasciato sul mio blog :)
    in effetti tra un esame, il terremoto e l'impacchettamento ho un po' i nervi a fior di pelle! per fortuna mancano meno di due settimane al trasloco in altra regione!

    RispondiElimina
  13. Non mi sembra così male come lo descrivi. Anzi io lo preferisco all'originale che ha quel collo "lace" che lo rende troppo pomposo e "pesante".
    Ti sta anche bene, non tira, non stringe, mi pare perfetto. Mi sa che non sei mai contenta di quel che fai, come me ;)

    RispondiElimina
  14. E' stupendo e ti stà da DIoo!! Mi piace il colore e l'abbottonatura con i bottoni gialli!
    Il lavoro sotto il seno per me è arabo antico.. ma BELLISSIMO! Di quei " ricami " che mi piacciono tanto!
    Tzù, il tuo viso è così rilassato, si vede proprio che Simone ti ha reso una donna nuova nuova di zecca! :)

    RispondiElimina

Posta un commento