Digressioni

Ultimamente c’è qualcosa che ruota attorno al mondo della maglia che non mi piace affatto.

Ci sono persone, la maggior parte di quelle che conosco, fortunatamente, che considerano lo sferruzzamento come un piacevole hobby e nulla più. Ci sono anche persone che lo hanno trasformato nel loro lavoro, con ottimi risultati, e che nonostante tutto non se la tirano più di tanto.

Poi ci sono tutte le altre. Quelle che considerano il far del bene agli altri loro appannaggio esclusivo, dimenticando che l’aiuto reciproco è la forma più potente di volontariato. Quelle che scambiano la gentilezza per ingenuità e ci si buttano a capofitto per approfittarne. Quelle che pensano di aver diritto ad una pubblicità gratuita a vita sol perché ti hanno inviato in cambio un discutibile omaggio. Quelle che ti avvinghiano con tanti giri di parole per poi farti reclamizzare un knit cafè a pagamento.

Quando ho a che fare con queste persone mi vien voglia di mollare tutto. Non la maglia, ovviamente, ma la comunicazione via web, ecco, quella si.

Poi torno a ricordare che questi personaggi sono la minoranza. Che il blog – o Ravelry, o Facebook – mi hanno regalato amicizie preziose. E che in fondo lo scrivere – e il fotografare – sono un mio piacere personale.

ImmagineVi ricordate che nel precedente post avevo gettato desolata la spugna in merito ai calzini di cotone??? Ebbene…io sono testarda…e mentre pensavo alla stola estiva il pensiero tornava sempre lì, a Simone e ai suoi piedini.

E alla fine mi sono imbattuta in questi deliziosi Sandali di Debbie Bliss. Io li trovo semplicemente adorabili. Il primo è già finito, in attesa di essere cucito, mentre il secondo è pronto sui ferri, quasi a metà. Non vedo l’ora che siano pronti!

Commenti

  1. Come direbbe Dante...'Non ragioniam di loro, ma guarda e passa!'.
    Come sempre ci sono cose buone e cose negative, tutto sta a guardar le buone!
    Ed io sono contenta perchè grazie ai nostri blog ci siamo conosciute! :)
    Un abbraccio grande e un bacione al piccolo!

    RispondiElimina
  2. Dante ha ragione...ma come si dice dalle nostre parti "ca' nisciùn è fess!", quindi certi personaggi vanno tenuti doverosamente a distanza ;)

    Evviva i nostri blog, come farei senza la mia cuoca tentatrice??? Smack :)

    RispondiElimina
  3. Che belli i sandaletti, staranno a meraviglia sui piedini di Simone!!
    In quanto al resto hai ragione, se sei gentile e disponibile c'è sempre qualcuno che vuole approfittarne...per fortuna non tutti!
    Buon w.end
    Carmen

    RispondiElimina
  4. anch'io non vedo l'ora che siano pronti.. son proprio curiosa di vedere la tua interpretazione e se li potessi vedere ai piedi del tuo dolce Simone sarebbe il massimo.

    Tornando al web.. vedi e prendi solo il bello, il resto lasciatelo scivolare addosso. Alcune persone davanti al pc si sentono in diritto di chiedere senza nemmeno fermarsi un attimo a dire "grazie per il tempo che mi hai voluto dedicare, per aver risposto ad una mia richiesta" .. niente, prendono e basta.. ma non per questo bisogna mollare. Io voglio condividere perchè mi far stare bene, mi piace poter essere utile.. ma essere presa in giro questo no... e allora volto pagina e basta...
    Un forte abbraccio (e scusa la lungaggine e lo sfogo),
    Lety

    RispondiElimina
  5. vedo che tutto il mondo è paese...stesse piccole fastidiose cose se invece che fare a maglia parli nel web di quello che metti nel forno...e vedo che non è da tutti essere liberi.
    un bacione

    RispondiElimina
  6. @Carmen: vero che sono belli? E ci sono anche altri modelli di Debbie Bliss che prima o poi voglio fare, davvero simpatici :)

    @Lety: io spero che si faccia fotografare i piedi, ultimamente è un tarantolato!!!!
    Riguardo al web, le persone maleducate ordinariamente lo so, purtroppo, ancor più in questi frangenti, perchè non le si può guardare negli occhi! (vai pure di lungaggine!!!)

    @Lo: ah, anche nel mondo della cucina? che tristess...quanta gente frustrata eh!

    RispondiElimina
  7. Sarà l'età m, o tutte le botte che ho preso, ma ormai il mio cinismo mi difende egregiamente dalle varie delusioni, via web e nella vita reale. Non mi aspetto mai nulla da nessuno, quando arriva è una gioia inaspettata e me la godo.
    In bocca al lupo per gli esperimenti con i calzini per Simone ;-)

    RispondiElimina
  8. io ho perso una serie di magliste e bloggers per la via appena ho capito di che pasta erano fatte!

    RispondiElimina
  9. @Laura: in realtà anch'io sono molto prevenuta e in genre non mi aspetto granchè...eppure ci sono persone ancora in grado di disgustarmi -_-

    @Lilly: getta la mamma dal treno :P

    RispondiElimina
  10. che belli i piedini (e i sandaletti) di Simone...davanti a una meraviglia tale tutte le altre cose....spariscono

    RispondiElimina
  11. ciao! innanzitutto complimenti per il blog... anche io come te mi sono imbattuta in questi sandaletti..ma sto impazzendo per finirli...sono arrivata al punto in cui chiudo il laccetto frontale e mi ritrovo con la scarpina sui ferri divisa a metà...nn riesco a capire come proseguire..sto cercando di seguire il testo in lingua oroginale..sapresti aiutarmi!?!?! grazie mille!!!!!

    RispondiElimina
  12. @ziazitella: se mi indichi sulle spiegazioni la parte esatta dove sei bloccata sarò felice di aiutarti...nel frattempo recupero il libro :)

    RispondiElimina

Posta un commento