Un progetto arretrato

Chi mi ha seguito nei giorni più o meno lieti della mia gravidanza sa quanto in quel periodo abbia sferruzzato come una pazza. Perché il tempo non passava mai, perché le occasioni per uscire erano rare, perché lavorare a maglia placava la mia ansia e smorzava ogni tensione.

In realtà avrei voluto adoperarmi in cardigan e pullover pieni di trecce e lavorazioni complicate ma viste le mie forme abbondanti e la mia pancia che si allargava ogni giorno di più ho pensato ad un progetto che avevo in lista da tantissimo tempo e che si sarebbe adattato benissimo alla mia condizione pre e post parto.

Who followed me during my pregnancy knows how I have knitted like a crazy in those days. Because time never passed, because there were rare opportunities to get out, because knitting soothed my anxiety and blunted any tension.
To tell the truth I’d liked to knit cardigans and pullovers full of braids and complicated processes, but given my forms abundant and my belly that was widening every day I thought about a project I had to list for a long time and that would fit well to my condition before and after childbirth.

 

Per le poche che non conoscono questo bellissimo pattern ecco a voi il Rosa’s Caponcho di Emma Fassio, realizzato nella mia versione pregnant con una bellissima lana grigia riciclata da un vecchio maglione.

Rispetto al modello originale di Emma ho soltanto eseguito la rifinitura a coste temendo che il mio filato potesse cedere con una semplice chiusura a maglia dritta, per il resto racchiude in sé tutta la versatilità di questo poncho che può essere indossato nella sua parte piana o in quella a punta, a seconda delle necessità. Personalmente prediligo la prima versione, ma confesso che quella a punta è molto utile al nono mese, copre perfettamente il cucciolo in attesa della sua nascita.

For the few who don’t know this beautiful pattern here is the Rosa’s Caponcho of Emma Fassio, in my pregnant with a beautiful gray wool recycled from an old sweater.
Compared to the original model I only made ​​the finish ribbed fearing that my thread would proceed with a simple close knit straight, for the rest incorporates all the versatility of this poncho that can be worn in its flat part or in the one on the tip, as needed. Personally I prefer the first version, but I confess that this tip is very useful in the ninth month, fully covers the puppy before its birth.

02

Queste foto attendevano di essere scattate dal mese di Dicembre, per dirla tutta avrei voluto posare quando ancora avevo il pancione, ma fra la concitazione di quei giorni ed il cattivo tempo non è stato più possibile.

Ieri invece, complice un anticipo di Primavera, ho indossato il tubino nero ed eccomi in posa sui muretti a secco della mia zona. La pancia c’è ancora…ma il poncho la mimetizza con discrezione.

Sperando che il sole allieti ancora le giornate a venire auguro a tutte un buon weekend!

These photos were waiting to be taken from the month of December, to be honest I wanted when I was expecting, but between the excitement of those days and the bad weather was not possible.
Yesterday, however, thanks in advance Spring, I wore the little black dress and here I am posing on the stone walls in my area. The belly is still but poncho covers it with discretion.
Hoping that the sun still gladden the days to come I wish you all a good weekend!

Commenti

  1. Ciao Tzu, sono proprio contenta di rivederti, con una tua creazione indosso. Vedo che sei nella terra natia, che bello far respirare al tuo cucciolo l'aria di casa tua.
    Un bacino ai piedini dell'ometto
    Susanna

    RispondiElimina
  2. ma quale pancia! stai benissimo con il poncho e sei bellissima!

    RispondiElimina
  3. Bella creazione, bel posto, bella tu!
    Bacioni

    RispondiElimina
  4. che bello vederti con il poncho fatto da te pensando al piccolo simone nella pancia... poco importa se la foto è stata scattata in ritardo!
    baci

    RispondiElimina
  5. Posso dirti che sei, se possibile, ancora più bella di prima? Mi manchi da morire! Sbaciucc!

    RispondiElimina
  6. Il tuo lavoro è proprio bello, come pure le foto... A presto Lara

    RispondiElimina
  7. Stai molto bene e il poncho è veramente carino. Trovo che l'idea di finirlo col bordo a coste sia molto azzeccata, non solo per non farlo arricciare, ma perché lo valorizza.

    RispondiElimina
  8. Ciao Tzu, ti trovo proprio bene.
    Il tuo lavoro è bellissimo!
    Un baciottolo al piccolo <3

    RispondiElimina
  9. Come sei bella mio tesoro... e il poncho ti sta d'incanto!

    RispondiElimina
  10. wow amica mia
    sai che trovo in gran forma??? sei bellissima!!!
    il poncho è stupendo, soprattutto perchè hai riciclato la lana!
    io avevo fatto il ginevra caponcho per mia sorella, devo farlo anche per me!!!

    bacioni a tutta la family
    eli

    RispondiElimina
  11. Sei bellissima! ^_^ E ti sta davvero d'incanto :)
    Baci

    RispondiElimina
  12. Vedi che la maternita'ringiovanisce? Torna presto e stendici!

    RispondiElimina
  13. Ma.. ero sicura di aver lasciato un commento a questo post..comunque trovo che stai benissimo cara Tzù.. la maternità ti ha reso ancora più bella!
    il poncho è stupendo brava!!!!!!

    RispondiElimina

Posta un commento