cronaca di un raggio di sole

Ce lo ripetono tutti, la Primavera è ormai imminente, le giornate sono diventate più luminose e l’aria è più tiepida e piacevole…eppure il cielo continua ad oscurarsi, rinunciare ad una bella sciarpa di lana è impossibile e gli ombrelli continuano sempre ad essere degli inseparabili compagni quotidiani.

Così è normale che, al minimo raggio di sole, si cerchi di correre fuori per godere pienamente del suo calore. In campagna, dai miei genitori, quest’anno l’erba è di un verde particolarmente intenso e, quasi a sorpresa, ci sono zone in cui le margherite costituiscono dei veri e propri tappeti fioriti. Fare una semplice passeggiata con mia madre, magari giocando con la nostra Bella, assume in questo contesto un valore speciale.

Io ne ho approfittato anche per immortalare la versione viola dell’ormai celeberrimo Snowdrop Beret, che avevo nel frattempo modificato ed allungato. Questo modello è stato realizzato con il filato Merino Mix Sport della Ornaghi, e, nonostante il colore sia fra i miei preferiti in assoluto, devo comunque confessare che purtroppo non regge il benché minimo confronto col precedente cappellino grigio, la cui lana ha una consistenza eccezionale, è morbidissima, luminosa….insomma, lavorarla è un vero piacere per la vista e per il tatto.

Rimando al prossimo inverno ulteriori esperimenti con altri colori: resta per il momento la soddisfazione di essere riuscita ancora una volta ad interpretare un pattern scritto da un’altra persona – in una lingua che non è la mia – e di aver finalmente fatto pace con i cappelli, portandoli con gioia (ed anche con una nota di vanto!) anche quando le temperature permettevano l’uso di chiome fluenti.

Nella cesta del lavoro rimangono adesso un topdown asimmetrico – di cui mi piacerebbe scrivere il tutorial – ed i coloratissimi quadratoni della nonna visti qualche post fa, per rallegrare un cupo quanto antipatico mobiletto porta-tv. Poi…la mia sarà un impari lotta per sfuggire alle lusinghe della lana, per dedicarmi finalmente alle canotte in cotone, anche perché la cara Cinzia mi ha giusto regalato un filato bellissimo che non può rimanere troppo a lungo nel suo scatolo. Ho già in mente alcune idee interessanti…ma di questo parleremo nei prossimi giorni.

Buon weekend!

Commenti

  1. forse la consistenza della lana grigia al tatto era impareggiabile ma devo dire che questo colore mette davvero tanta allegria e saluta col sorriso la primavera!

    RispondiElimina
  2. Il colore effettivamente è splendido... mi sto portando in montagna un cappellino iniziato con una lana molto simile!!!

    RispondiElimina
  3. Inutile dire che anche questo è proprio bello...
    Io sono ancora alle prese con la traduzione del testo che spiega la tecnica topdown e quindi non ho ancora iniziato un lavoro vero e proprio. Se solo fossimo più vicine credo che... ti sfrutterei!
    Non vedo l'ora di vedere i tuoi prossimi lavori. Io per ora non abbandono la lana, per il cotone c'è tempo, qui fa ancora freddo nonostante il sole...
    Ciao. Elena

    RispondiElimina
  4. wow fai dei capolavori con i ferri! ma lo sai che abbiamo una cosa in comune? il mio cane charlie è identico al tuo! devo fargli una foto per dimostrartelo! sono gemelli!

    RispondiElimina
  5. Vista la tua disponibilità eccomi subito qui con una domanda: ho realizzato il mio primo berretto topdown (a presto le foto), sono arrivata in fondo, al bordino a coste e mi domando se lavorando in tondo si può fare la maglia tubolare? Ho visto che il tuo berretto è chiuso con l'accavallato semplice. Si può chiudere anche con l'ago, in modo da far risultare il bordo "arrotondato"? (non so se sono stata chiara)
    Elena

    RispondiElimina
  6. Cinzia:E' vero, quel cotone è stupendo, ma tanto non mi sarei più imbarcata in una missione che so che non porterò a termine, anche se ora mi sono infilata in un lavoro che mi sembra interminabile e che è anche un lavoro improponibile, molto strano e particolare che userò io nei miei privati appartamenti! Poi tanto posterò le foto su FB, così ti farai quattro risate!!!

    RispondiElimina
  7. Bello! Il grigio mi piace di più, ma questo colore è più adatto alle giornate che diventeranno sempre più soleggiate!!
    E ti sta davvero bene!
    Buon week end sorellonza, rilassati e fai tutto quel che ti può piacere!!

    P.s. un giorno voglio venire anche io a fare una passeggiata con la tua mamma e bella in quel bel verde!
    Ciami

    RispondiElimina
  8. Grazie cara, se riesci a trovare qualcosa sul tubolare mi fai un grosso favore se me lo spieghi. Io naturalmente farò altrettanto.
    Per quanto riguarda l'Every Way Wrap sono andata alla "mia" fonte: Alessia di Beads and Tricks. E' stata così carina da darmi lumi e mandarmi lo schema (disegnato) del punto a trecce. Se lo vuoi non hai che da fare un fischio e te lo mando. Elena

    RispondiElimina
  9. Anch'io non vedo l'ora di passare al cotone... Però grazie alle temperature ancora fresche, posso continuare a sfoggiare la tua bella sciarpa di lana gialla come il sole! Chissà che non attiri la primavera?!

    RispondiElimina
  10. Forse da voi è imminente... Qui stamattina c'era la bora forza 9 mi sa. Non sono nemmeno uscita perchè avevo paura mi portasse via.
    Scherzo, ma col raffreddore che ho non mi sembrava il caso rischiare di peggiorare vista la settimana intensa che ho.
    Ci hai preso gusto a fare da modella eh???? Bella bella :*

    RispondiElimina
  11. Le misure dell'Every Way Wrap che ho fatto a mia figlia sono: 142x35 cm.
    Considera che Anna non è un colosso, è alta meno di 1,60 ed è molto esile. Se devi farla per una persona abbondante di seno devi allargarla di sicuro... Io gliela provavo addosso mano a mano che lavoravo e mi sono fermata quando mi sembrava ok.
    Buon lavoro. Elena

    RispondiElimina
  12. Che bel prato fiorito! Se penso che ieri mi sono trovata in una tormenta di neve... Ma ora splende il sole!
    Anche questo cappello ti è venuto benissimo.

    RispondiElimina
  13. beh a me piace molto anche questo cappello, il cappello è stupendo.. cosi come il tappeto erboso costellato di margherite!! che meraviglia!!!
    topdown assimetrico?'? che curiosa che sono... ma resto affascinata da questo metodo di fare maglioni!! ne ho parlato anche con tua sorella, che ha sui ferri il suo primo maglione... la seguirò nei lavori!!

    e intanto... primavera dove sei???? qui oggi c'era il sole ma faceva un freddo glaciale!

    bacioni e buona serata
    eli

    RispondiElimina
  14. @Lilly: in effetti la lana grigia è di qualità superiore, però il viola ha sempre quel certo non so che :)

    @Tibisay: Foglio FedeVe cappellino quando lo finisci, sperando che tu torni sana e salva dalle vacanze con MamminaCara!

    @elena: a presto accurata documentazione fotografica su questi schermi. Grazie per le misure!

    @Karen: ribadisco, sono una buona esecutrice :) voglio vedere il cucciolo!

    @Cinzia: uhm...non sarà mica della lingerie all'uncinetto??? Comunque, sarai fiera di come userò quel cotone :)

    @try2knit: e io ti aspetto, più siamo a passeggiare con Bella - e a lanciarle le pigne - meglio è :)

    @Simona: speriamo, il sole non può essere così insensibile al fascino del giallo!!!

    @girasole: ahimè, c'è vento pioggia e freddo anche qui, altro che sud=terra del sole :(

    @gis: quel prato di margherite ha dell'incredibile, mai viste tante tutte insieme!

    @Eli: topdown quasi finito, mancano gli ultimi ritocchi ;)

    RispondiElimina

Posta un commento