mr. and mrs. topdown!

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Ed eccolo qui, finalmente, il mio ultimo cardigan topdown. Ad essere sinceri era pronto da un bel po’ - ve ne ho parlato per mesi - ma non ho mai pubblicato alcuna foto perché aspettavo il momento giusto per far ancora da modella. Ma visto che quel momento tardava ad arrivare oggi ho inforcato la digitale ed ho fatto un paio di scatti nella penombra della mia camera da letto. In attesa di giornate primaverili e di luce migliore.

Come ricorderete, è realizzato con lana riciclata da un vecchio maglione acquistato anni fa al mercatino dell’usato. Il filato è molto morbido ed ha dei bellissimi pallini colorati che lo rendono davvero particolare. Suo unico inconveniente è una certa mancanza di consistenza che mi ha fatto fare varie prove sia con numeri diversi di ferri che con tipi di punto: alla fine, invece del consueto legaccio che spesso accomuna questo tipo di modello, ho optato per delle piccole trecce che dal collo scendono fin sotto il seno.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA         OLYMPUS DIGITAL CAMERA

I bordi sono tutti realizzati a legaccio e l’abbottonatura si interrompe laddove finisce il motivo a trecce. La linea del raglan è semplice ed è appena accentuata dalla presenza dei trafori che nascono con le maglie gettate necessarie all’aumento. Il collo è invece lavorato successivamente con un motivo a coste e con dei ferri più sottili, per avere una maggiore consistenza. Dimenticavo i bottoni, anch’essi riciclati e provenienti dalla merceria di famiglia, semplicemente prefetti per questo tipo di filato.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Questo invece è il famigerato cardigan che sto facendo per mio marito. Dopo essere stato cucito, scucito, ridotto e allargato, finalmente è giunto alla sua versione definitiva. Per il numero di maglie da avviare mi sono regolata in base ai vari esperimenti che avevo fatto – in rete non c’è granché in materia di topdown maschili – e per il resto ho incrociato le dita (e provato più volte sul modello in carne ed ossa).

L’idea è poi quella di rifinire i bordi con un motivo a coste, ma sono ancora incerta se usare dei normali bottoni o degli alamari. Mi piacerebbe anche realizzare una sorta di doppio-petto ma tutto dipenderà dalla quantità di lana che avrò alla fine, perché anche questa, come ricorderete, è totalmente riciclata, e trovarne di uguale temo sia impossibile.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA         OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Di questo cardigan mi è piaciuto particolarmente il raglan, lo trovo molto più ben rifinito di quello che ho realizzato per il mio. Ho studiato sulle mie vecchie riviste i vari modi per aumentare le maglie e, in effetti, questo è il risultato che volevo. Adesso mi aspettano le maniche ed un po’ di prove per i bordi, sperando nelle indicazioni precise del marito-destinatario.

Nell’augurarvi come sempre un weekend di relax e di sferruzzi, vi lascio segnalandovi il blog di una mia amica, Rima. Lei è indiana ma abita negli Stati Uniti ed ha recentemente dato alla luce una bellissima bambina. Attraverso la passione per la maglia e l’uncinetto, e con l’amore per la sua Anya,  Rima realizza per lei semplicemente splendidi, delicati e dolcissimi come la sua bimba.

Commenti

  1. Per me che con i ferri non ho praticamente nessun rapporto, questo è un miracolo!! Per me sei bravissima. A bocca aperta me ne vado:-D

    RispondiElimina
  2. ma sono stupendi!!! il tuo mi piace un sacco, finalmente lo vedo!!! quella lana mi aveva colpita, bella bella bella!!!
    e che dire del maglione per il marito??? (mi perdoni se io li continuo a chiamare maglioni??)
    semplicemente stupendo, il filato sembra morbidissimo!!!

    W il riciclo!!!

    ah finalmente capisco a cosa servono i tappi per i circolari!!! ma sai che li guardavo e mi chiedevo che senso avessero??? grazie!!!

    bacioni e buon week end anche a te!!
    eli

    RispondiElimina
  3. Tzuuuuuuuuuuuuuuuuuu....nelle mie mani ci sono finalmente i knit pro. Ti stavo per chiamare dieci minuti fa, poi ho pensato che non fosse il caso di disturbare per così poco !!

    Il tuo cardigan è semplicemente perfetto. Perfetto il filato, perfetta la forma, perfetti i bottoni, perfetto il fatto che sia opera di riciclo. Lo adoro.

    Per il cardigan della dolce metà io voto alamari tutta la vita! Mi piacciono davvero tantissimo! ;)

    Buon week end di relax e sferruzzi, corro a vedere il blog che ci hai consigliato.
    Bacionzi
    La sorellonza (e i suoi nuovi knit pro)

    RispondiElimina
  4. Mamma mia, che lavorone! Quello che io riesco a fare con i ferri sono le maglie a diritto e a rovescio. STOP! E non sto scherzando! Quindi mi inchino davanti a cotanta bravura :-)) ... però aspetto le belle giornate di sole per vedere qualche bella foto di te che lo indossi!!!
    Vannalisa

    RispondiElimina
  5. @bellanna: ogni volta che commenti i miei lavori mi lasci sempre una lunghissima scia di buonumore :)))

    @Eli: ma si, alla fine son sempre dei maglioni ;) comunque...quando mi è arrivato il set a casa anch'io ho guardato con perplessità quegli strani bottoni viola...poi ho capito -__-

    @try2knit: sorellina, e chi ti ferma più adesso!!! anch'io penso che gli alamari siano più indicati, solo spero di trovarne di "riciclati", in merceria costano un botto!

    @mèli-mèlo: uhm...e cos'è in fondo un maglione se non una successione di dritti e rovesci??? :) Cercherò di farmi fare qualche foto in futuro, di sicuro appeso su una gruccia rende proprio poco!

    RispondiElimina
  6. Bellissimi, caldi e morbidosi. Anch'io mi sono cimentata nel topdown ma ancora non riesco ad azzeccare le misure...
    Buon weekend.

    RispondiElimina
  7. Ma che belli, sono invidiosissima... riuscirò ad arrivare alla tua padronanza??? Inzomma... non credo... sono curiosa di vedere come verrà quello del marito finito... io però opto per i bottoni...

    RispondiElimina
  8. Complimenti per entrambi i lavori! Credo che il consorte sarà fiero d'indossare un cardigan così (bellissimi i colori!).
    Infine... cosa dire della piccola Anya?? E' semplicemente meravigliosa!!!

    RispondiElimina
  9. @Marigio: in effetti non è facilissimo intraprendere la strada giusta, nonostante i campioni di punto ed i calcoli...io mi ritengo fortunata :)

    @Tibisay: mah si, guarda che fino ad un anno fa io manco sapevo che fosse il topdown!!! Per il cardigan, lascio decidere a lui, puntiglioso com'è ;)

    @Simona: il consorte è sulle spine, vorrebbe che fosse pronto subitissimo :) Vero che è tanto bella la piccola Anya?

    RispondiElimina
  10. Io li trovo bellissimi entrambi, veramente. Opterei per i bottoni, gli alamari non mi convincono fino in fondo...
    Hai detto che un anno fa non sapevi cosa fosse il topdown, spero di poter dire lo stesso fra un anno... con i tuoi risultati!
    Sto aspettando il libro di Barbara Walker e sto rispolverando il mio inglese che giace inutilizzato da 30 anni... visto che non esistono traduzioni in italiano :-(
    Complimenti ancora. Elena

    RispondiElimina
  11. Belli, belli, belli! Mi piacciono i modelli, il melange e il riciclo..complimenti davvero..anch'io sono alle prese con un riciclo lanoso e sto sperimentando i ferri circolari per la prima volta, ma sono lenta come una lumaca, speriamo bene!Ciao e buon sferruzzamento

    RispondiElimina
  12. @elena: anch'io preferisco i bottoni, ma come ho già detto prima lascio la scelta al diretto interessato :) Anche il mio inglese tecnico è abbastanza giovane...vedrai che non incontrerai difficoltà particolari :)

    @carmen: grazie :) sono curiosa di vedere il tuo riciclo lanoso! Per la lentezza non ti preoccupare, non è che io sia così veloce eh :)

    RispondiElimina
  13. Ciao Tzugumi, sono un amica di Meg02 e della sua bellisima famiglia, è un pò che visito il tuo blog ma senza lasciare commenti, mi sembra giunta l'ora di farlo.
    Volevo farti i miei complimenti per i tuoi lavori a maglia, sono veramente belli e originali.
    Io purtroppo sono negata con i ferri ma apprezzo molto le creazioni come le tue.
    Un caro saluto

    RispondiElimina
  14. Ciao Tzugumi, sono un amica di Meg02 e della sua bellisima famiglia, è un pò che visito il tuo blog ma senza lasciare commenti, mi sembra giunta l'ora di farlo.
    Volevo farti i miei complimenti per i tuoi lavori a maglia, sono veramente belli e originali.
    Io purtroppo sono negata con i ferri ma apprezzo molto le creazioni come le tue.
    Un caro saluto

    RispondiElimina
  15. Mi fa piacere che tu abbia lasciato un commento questa volta :) Ti ringrazio per i complimenti, quanto alla famiglia di Meg...ti capisco, è impossibile non innamorarsene :)

    RispondiElimina
  16. Complimentoni!!!
    Vorrei soltanto farti una domanda.Per riciclare la lana come hai fatto? O meglio, dopo aver pazientemente disfatto il capo originale come hai proceduto? con il semplice lavaggio?
    Grazie delle info che mi darai!
    A presto!
    Tiziana - nidodilana

    RispondiElimina
  17. mamma mia!!!sei così professionale..anche nella descrizione dei tuoi lavori...e poi ho detto già tante volte quanto mi piacciono le trecce e dunque puoi immaginare quanto abbia approvato la tua scelta sulla parte alta del tuo raglan :)

    RispondiElimina
  18. Io proprio non riesco a capire come materialmente e fisicamente si possa fare un maglione tutto intero in un colpo solo... Quindi che altro se non farti i complimenti? Caspita...senza parole.
    :)
    Valeria

    RispondiElimina
  19. @Tiziana: spero che la risposta che ho lasciato da te possa esserti stata di aiuto :)

    @Lilly: lo confesso...sto leggendo delle dispense sul cucito e credo di esserne stata influenzata nel linguaggio ;)

    @Val: eppure è più facile di quel che sembra :))

    RispondiElimina

Posta un commento