Fragole, mele e castagne.

Non lasciatevi ingannare dallo splendido sole che appare in queste fotografie, oggi ahimè è una giornata surreale, fatta di nebbia, di umidità e di tanto caldo (!!!). In realtà conservavo queste immagini da un po’ di tempo, in attesa che la mia amica MrsApple ricevesse il pacchetto che le avevo inviato. Anche se il Fragolino è un modello ormai arcinoto, per lei mi sono adoperata a scegliere la lana dal colore più verosimile - anche se poi ho scoperto che gli acheni ossia i semini gialli che si vedono sulla superficie della fragola sono gialli ed io li ho riprodotti in nero - e…insomma non volevo rovinarle la sorpresa.

cap03

Mentre facevo le foto in giardino è venuta a trovarmi un’amica speciale, un’arzilla signora settantenne con cui condivido la passione per i gomitoli di lana. I ricci e le castagne provengono direttamente dal suo albero…e l’accostamento col cappellino ha subito ispirato questi scatti.

cap02cap01 

Siccome nelle sue intenzioni, questo blog avrebbe dovuto essere come una sorta di agenda personale in cui trascrivere ricette e pattern – in quel periodo ero in pieno trasloco triestino – ogni tanto devo onorarne le premesse e pubblicare, appunto, anche un cake!

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Questa è la famosa ciambella di mele di cui è ghiottissimo mio marito…e va bene, lo confesso, è anche la mia preferita, soprattutto perché è molto semplice da preparare. Per la sua preparazione mi avvalgo di una sorta di robot da cucina – in realtà è un semplice sbattitore che impasta direttamente nella ciotola sottostante – così sono libera di aggirarmi attorno al tavolo mentre lui lavora per me.

Allora, innanzitutto si uniscono insieme 3 uova intere, 150 gr. di zucchero ed un misurino da 75ml di olio d’oliva. Essendo la lavorazione con lo sbattitore molto accurata, ciò che si ottiene è una crema bianca dall’aspetto molto invitante. Poi aggiungo circa 50 gr. di fecola e 250 gr. di farina 00, possibilmente setacciata. Durante l’operazione è opportuno versare gradualmente mezzo bicchiere di latte, per evitare che l’impasto diventi un conglomerato cementizio. Per ultima la consueta bustina di lievito per dolci. Infine – e qui entro in gioco io con il cucchiaio di legno – incorporo le mele (a cui ho aggiunto succo di limone e tanta tanta cannella, perché io la adoro!) e l’uva passa, precedentemente ammorbidita nell’acqua tiepida.

Una volta versato il composto nella teglia col mio forno ci vuole circa un’ora di cottura a circa 180°. Se lo preparate in serata forse è opportuno non cenare affatto…sparisce in un attimo!

Note al post: durante la scrittura ero allietata dal profumo proveniente dalla mia tazza di tè e sorseggiavo piacevolmente il Twinings alla Fragola e Mango regalatomi da Simona. E nel frattempo osservavo che nella foto della preparazione della torta compaiono i guanti montati sui Knit Picks.

 

Commenti

  1. Ma quanto mi piace questo fragolino??? Tenerooooo!!!! Bellissimo, brava!

    La tua ricetta è molto simile a quella della mia mamma. Lei però (al posto del limone) immerge le mele tagliate a pezzetti nel liquore Marsala per qualche tempo, prima di scolarle e aggiungerle all'impasto.

    Qui delizie per gli occhi e per il palato!

    RispondiElimina
  2. queste sì che sono foto fatte bene...

    :)

    Buona serata!
    S.

    RispondiElimina
  3. Caspita, tra fragole e mele c'è da leccarsi i baffi... Il cappellino è bellissimo, hai davvero azzeccato il rosso, e la torta sembra davvero appetitosa. Non so lavorare in tondo, ma so fare le torte...quindi prenderò spunto!
    :)
    Valeria

    RispondiElimina
  4. Il mio fragolino in questo contesto fotografico mi commuove ancor di più!!! Ora mi salvo le foto, quando Pietro sarà più grandino le racconterò la storia del suo primo cappellino e della zia fata della lana che glielo spedì, illustrerò le mie parole mostrandogli queste foto!!! Ancora grasssssie!!!!! P.S. A me i semini piacciono più neri.... così oltre che alla fragola ricordano anche l'anguria.... e poi se non lo dicevi nemmeno ci pensavo!!!!

    RispondiElimina
  5. Belle le foto del fragolino! Mi piace quella nella ciotola insieme alle castagne!!!
    A me il fragolino piace di più con i semini neri... anche i miei semini sono neri!

    RispondiElimina
  6. I just love those "strawberries" :)

    We had some years ago (here in Finland, though I guess it was around the world all the same) a "boom" of baby-hats, like that one you´ve got there.. I mean there was strawberries, blueberries, raspberries, carrots - whatever fruit or vegetable you only can imagine, and there it was, every kid having their own!

    My goodness it was a loads of fun to see little "berries" walking and running around everywhere lol, of course I had to do ones for my kids as well, hahah! Now I´m just inspired again :)

    Btw I just begun working on your pot holder.. I´ve started it again and re-started it, although now I´m going to finish it for once and for all, and I´m having a lot of fun with it!!! Hugs!!

    RispondiElimina
  7. Fragolino è stuopendoooooo!
    Caterina

    RispondiElimina
  8. @Simona: beh si, a volte lo faccio anche io quando non ho succo di limone...il fine ultimo è quello di non far annerire le mele dopotutto :)

    @try2knit: vorresti dire che le altre non erano altrettanto belle? :PPPP

    @Valeria: dai, non è difficile imparare, io l'ho fatto da sola poco meno di un anno fa...e ti assicuro che da un sacco di soddisfazioni :)

    @MrsApple: pensa a come mi commuoverò io quando vedrò le foto di Pietro col cappellino in testa!!!!

    @Alessia: ma si, anche a me piacciono più neri...ma se la prossima volta non dovessi disporre di quel colore (che non è decisamente fra i miei preferiti) mi appellerò a wikipedia usando il giallo :)

    @Carolina: a carrot as a baby hat??? uhm...I think it should be really nice and funny...I'll search the pattern ;)

    @Caterina: grassieeeeee :)

    RispondiElimina
  9. Hehe, well yes, I found one like it, just to see how it was like :) http://www.morehousefarm.com/KnittingKits/Hats/CarrotTop/

    RispondiElimina
  10. Wowwwwww...it will be the next gift that I'll make for a baby :) Thanks for the link!

    RispondiElimina
  11. La ciambella di mele fa impazzire anche me, e il cappellino (arcinoto o meno) è uno splendido regalo.
    E si vede che l'hai fatto con amore!

    Buon week, ciao°*°
    elena

    RispondiElimina
  12. Le tue creazioni mi incantano sempre... la torta la devo provare e che dire delle foto ,intravedo la casa ...Mmmm Meravigliosa.

    RispondiElimina
  13. Cinzia: ohhh! riesco a lasciare il mio commento: quante sono le mele? due? meravigliosa! in questo periodo sto seguendo una dieta ma per natale ne farò una! Grazie Tzu! Per il cappellino troppo carino e con i colori della fragola già mi immagino che dolcezza il bimbo o la bimba che lo indosserà!

    RispondiElimina
  14. @elenafiore: che poi questa ricetta è abbastanza leggera, per cui è veramente ottima per una buona colazione al mattino (o anche per il tè del pomeriggio, of course)

    @Marigio: si intravedeva un pezzettino di trullo, è vero :) allora la prossima volta - anche se con questa pioggia la vedo dura - farò in modo di farlo vedere meglio!

    @Cinzia: in genere si, sono due, ma tutto dipende dalla loro grandezza e dal tuo gusto personale :)

    RispondiElimina
  15. How yummy is that strawberry hat!

    RispondiElimina

Posta un commento